QUADRETTI PER INDICIZZAZIONE ISI QUADRETTI PER INDICIZZAZIONE ISI
asd
DETTAGLIO NEWS
 
PROGETTI...
 
  <p class="MsoBodyTextIndent" style="MARGIN: 0cm 0cm 0pt; TEXT-INDENT: 0cm"><br/>
Scopo di questi impianti è la <strong>depolverazione di aeriformi</strong>.<br/>
Sono generalmente costituiti da una solida struttura in lamiera e profilati di acciaio dove vengono fissati gli organi di funzionamento della macchina. Il mezzo filtrante è alloggiato internamente ed è costituito da maniche in feltro agugliato supportate da cestelli in filo metallico.<br/>
L’aeriforme si distribuisce all’interno della struttura e attraversa il tessuto filtrante sul quale si deposita l’inquinante particellare.<br/>
Il sistema di pulizia mediante aria compressa in controcorrente gestito da un programmatore elettronico permette il distacco delle polveri e il loro scarico in continuo con l’impianto in marcia.<br/>
Possono essere orizzontali o verticali, rettangolari o cilindrici.<br/>
La gamma di portate va da 500 a 250.000 m³/h con efficienza di filtrazione fino a 99.98%</p> FILTRI a MANICHE
<p>Scopo di questi impianti è la <strong>depolverazione di aeriformi</strong>. Caratteristica dei filtri a cartucce è di consentire risparmi di spazio rispetto agli equivalenti a maniche, mentre limiti di applicazione ne riducono i campi di utilizzo.<br/>
Sono generalmente costituiti da una solida struttura in lamiera e profilati di acciaio dove vengono fissati gli organi di funzionamento della macchina. Il mezzo filtrante è alloggiato internamente ed è costituito da cartucce in “non tessuto” pieghettato.<br/>
L’aeriforme si distribuisce all’interno della struttura e attraversa il tessuto filtrante sul quale si deposita l’inquinante particellare. <br/>
Il sistema di pulizia mediante aria compressa in controcorrente gestito da un programmatore elettronico permette il distacco delle polveri e il loro scarico in continuo con l’impianto in marcia.<br/>
Normalmente sono parallelepipedi con cartucce verticali, in casi particolari si possono realizzare anche a cartucce orizzontali.<br/>
La gamma di portate va da 500 a 40.000 m³/h con efficienza di filtrazione fino a 99.98%.</p> FILTRI a CARTUCCE
<p>Scopo di questi impianti è la <strong>depolverazione di aeriformi tramite lavaggio con acqua</strong>.<br/>
Sono costituiti da una zona “Venturi” ad alte velocità e turbolenza dove avviene l’intimo contatto tra acqua e polveri, seguita da una zona di separazione delle gocce dall’aria.<br/>
L’acqua di lavaggio può essere a perdere o ricircolata con pompe o dal flusso stesso dell’aeriforme.<br/>
A seconda della concentrazione di polveri in entrata e della concentrazione accettata in uscita si possono utilizzare sistemi a bassa, media o alta velocità con conseguente perdita di carico.<br/>
La gestione dei fanghi di risulta ha varie soluzioni e viene studiata in funzione dei casi specifici.</p> DEPOLVERATORI
<br/>
Scopo di questi impianti è la <strong>depurazione di aeriformi tramite lavaggio in una torre che permette l’abbattimento di svariati inquinanti chimici, organici e particellari</strong>.<br/>
Sono generalmente costruiti in acciaio o materiale plastico con o senza letti a corpi di riempimento.<br/>
A corredo ci sono pompe per il ricircolo della soluzione di lavaggio, sonde e strumenti per monitorare le condizioni di funzionamento e., quando ritenuto utile, pompe dosatrici e serbatoi contenti il reagente.<br/>
Normalmente il contatto tra aereiforme e soluzione di lavaggio avviene sulla superficie dei corpi di riempimento.<br/>
Il letto puo’ essere statico o dinamico, può differenziarsi a strati o non esserci del tutto.<br/>
Possono essere mono o pluristadio sia orizzontali che verticali.<br/> SCRUBBER
<br/>
Le aspirazioni da <strong>lavorazioni meccaniche con asportazione di truciolo, di rettifica, tempra, pressofusione</strong>, e simili sono caratterizzate da presenza di particelle umide/untuose con la tendenza a sporcare e intasare i tradizionali sistemi di abbattimento.<br/>
La lunga esperienza maturata ci ha portato a progettare una serie di abbattitori con ottimi rendimenti e bassi costi di installazione e gestione.<br/> SNEBBIATORI
<br/>
Scopo di questi impianti è la <strong>depurazione biologica di aeriformi contenenti inquinanti organici anche odorigeni</strong>.<br/>
Sono generalmente costituiti da un letto lignocellulosico di pezzatura variabile sul quale attecchiscono i batteri che degradano gli inquinanti trasformandoli in sostanza semplici, inerti e gassose.<br/>
L’aeriforme viene distribuito alla base del letto che è sostenuto da un grigliato e, mentre lo attraversa verso l’alto viene a intimo contatto con i batteri. Dopo il periodo di avviamento, il sostentamento della flora batterica è contenuto nell’aeriforme da depurare e il sistema continua a lavorare a regime.<br/>
Pochi sono gli accorgimenti necessari:<br/>
- mantenere il corretto grado di umidità del letto;<br/>
- controllare di non avvelenare i batteri con inquinanti tossici.<br/> BIOFILTRI
  BIOGRIT
  SCARICATORI
 
CERCA NEL CATALOGO...
 
 
 
 
 
12/10/2008
Fornitura filtro per impianto aspirazione lavorazione legno
 
12/10/2008
 

Fornitura filtro per impianto aspirazione lavorazione legno. Il filtro, costruito in lamiera zincata, è provvisto di precamera,fascia perimetrale e testata con alloggiamenti per pannelli antiesplosione,coclea per lo scarico del materiale abbattuto e sistema antincendio.

 
 
 
visualizza l'archivio News
 
 
QUADRETTI PER INDICIZZAZIONE ISI
E4 S.r.l. Via del Commercio, 14 - 41042 - Fiorano Modenese (MO) - info@e4engineering.it
QUADRETTI PER INDICIZZAZIONE ISI
 
©2005 E4 S.r.l. - Tutti i diritti riservati - cookies - makkie.com
 
Billiga Sverige landslaget Soccer Jerseys|